Viaggio nel Tempo

  • Vista di Nordschwaben (1900)
    Vista di Nordschwaben (1900)

    Cartolina Storica di Nordschwaben (1913)
    Cartolina Storica di Nordschwaben (1913)

Storia di Nordschwaben

Stemma di Nordschwaben Il paese è situato più o meno in mezzo alla collina del Dinkelberg, e leggermente a sud del suo rilievo più alto che si chiama “Hohe Flum“. Il cimitero con la cappella di Mauritius si trova a circa 450 m a sudovest dal paese.

Il paese viene citato per la prima volta come “Nortswaben“ e possedeva già allora una propria nobiltà: i servi nobili di Nordschwaben. Questi nobili, vassalli dei margravi di Hachberg-Sausenberg, non possedevano il dominio del villaggio, poiché Nordschwaben apparteneva già allora alla contea di Rheinfelden, e passò con essa nell’anno 1449 sotto il dominio austriaco.

Grazie della sua posizione, differenza degli altri luoghi limitrofi dominazione austriaca della zona del Dinkelberg essa fu risparmiata dalla maggiore parte dei conflitti.
Apparteneva alla filiale della parrocchia di Höllstein e passò nel tardo medioevo a quella di Minseln. Nelle vicinanze del paese, che ancora oggi mostra la sua impronta agricola, si trovano numerose doline, tra le quali è molto famoso il cosiddetto “buco del diavolo”.

Posizione: 435 m NN
Superficie:  345 ettari
Numero di abitanti:
322
Annessione al comune: 
1974
Stemma:

 
Su sfondo argento un abete verde con un tronco nero,sul quale si appoggiano , eretti su due zampe, due leoni rossi , uno da ogni parte.
   
Monumenti e
luoghi d’interesse:
 
La cappella di Mauritius,
Hohe Flum,
Il buco del diavolo,
Biotopo "Hunzel"

Durch die Nutzung dieser Website erklären Sie sich damit einverstanden, dass unsere Dienste Cookies verwenden. Mehr erfahren OK