Viaggio nel Tempo

  • Cartolina Storica di Degerfelden (1900)
    Cartolina Storica di Degerfelden (1900)

    Fotografia di Degerfelden (1920)
    Fotografia di Degerfelden (1920)

Storia di Degerfelden

Stemma di Degerfelden Nella prima metà del 12. secolo, appare per la prima volta Luitoldus de Tegervelt come portatore del nome del luogo. Il luogo viene apparentemente citato per la prima volta nel 1283, ma l’informazione non è confermata. Le citazioni si moltiplicano a partire dall’inizio del 14. secolo. Rilevamenti di reperti archeologici appartenenti all’età neolitica testimoniano, tuttavia, la presenza di un insediamento più antico.

Il podere di Hagenbach sul territorio del comune fa riferimento ad un insediamento abbandonato intorno all’ 800. Nel 1926 in località Schlosshalde si scoprì, al di sopra del paese, una rocca, che secondo stime venne costruita nel 10. secolo.

L’aquila raffigurata sullo stemma del paese ricorda il dominio di Rheinfelden, al Fotografia di Degerfelden (1930) quale Degerfelden appartenne fino al 1806 e di cui condivise le fortune.

La località è situata sulla terrazza di ghiaia della pianura renana, all’imboccatura di una piccola valle del Dinkelberg. Le case sono ubicate lungo la strada lungo il ruscello, come anche sul pendio della valle del Waidbach. Il luogo si prestava particolarmente bene per la costruzione di mulini che oggi però non sono più in uso. Il primo mulino venne citato nel 1370.
 
Nel 1810 il territorio comunale venne ampliato, quando il ”Gelkemer Bann”, territorio dell’insediamento abbandonat di ”Geitlikon” fu suddiviso fra Eichsel e Degerfelden. Dal punto di vista ecclesiastico, la comunità apparteneva da sempre alla parrocchia di Herten, mentre il patronato veniva esercitato dalla commenda di Beuggen.

Posizione: 291 m NN
Superficie: 990 ettari
Numero di abitanti: 1.573
Annessione al comune:
1972
Stemma:

 
Un’aquila d’argento con la lingua rossa e armata di rosso su sfondo blu. La comunità ha assunto lo stemma nel 1905.
   
Monumenti e luoghi di interesse:




 
Presunta roccaforte,
Staffelhaus "Am Mühlenbach",
Piazza del paese con la caratteristica ruota del mulino e la casa del balivo,
Frantoio in via "Grenzacher Straße",
Cappella di San Ubaldo in via "Lörracher Straße",
Il podere Hagenbach

Durch die Nutzung dieser Website erklären Sie sich damit einverstanden, dass unsere Dienste Cookies verwenden. Mehr erfahren OK